Risotto all’uva e speck

Ingredienti per 4 persone:

  • g 360/380 riso Carnaroli “gli Aironi”
  • g 90 speck
  • g 90 uva “Moscato d’Amburgo
  • due scalogni
  • vino rosso q.b.
  • due o tre cucchiai di olio di oliva
  • L 2,5 di brodo vegetale (o acqua e un dado)
  • sale
  • pepe
  • rosmarino
  • g 60 di margarina

Preparare la quantità di brodo che serve, se fatto il giorno prima è la cosa ideale, se si usa acqua e dado, nessun problema tempistico. Lavare gli acini di uva “Moscato d’Amburgo”, tagliare in quarti i più grossi e a metà i piccoli ed eliminare i semi. Pelare gli scalogni, affettarli finemente o tagliarli a cubetti e farne un soffritto in poco olio di oliva; a fuoco lento. Dopo qualche minuto aggiungere lo speck tagliato a listarelle o cubetti, far saltare insieme agli scalogni fino a quando cambierà colore. A questo punto aggiungere il riso, carnaroli “gli Aironi” e farlo tostare a fiamma viva, mescolando frequentemente per evitare bruciature indesiderate di riso o degli altri ingredienti.

Sfumare col vino rosso, consumerà in fretta, a questo punto portare il riso a cottura col brodo in abbondanza (oppure acqua e dado) e ricordandosi di mescolare di tanto in tanto. Aggiungere l’uva precedentemente lavata, tagliata e privata dei semi (difficoltoso ma fattibile). Aggiungere brodo e mescolare fino a cottura raggiunta del riso, importante sarà l’assaggio, sempre e comunque in cucina. 

Togliere dal fuoco quando pronto, impiattare a piacimento e…

BUON APPETITO!

Per questo risotto è stata utilizzata uva Moscato d’Amburgo coltivata e raccolta in famiglia nelle colline del basso Monferrato, a Rivarone.

 

 

 

Risotto e salsiccia

Ingredienti per 4 persone:

  • g 360/380 di riso Carnaroli De Michelis
  • g 150 salsiccia di maiale (o pasta di salame)
  • tre o quattro cucchiai di olio di oliva
  • L 2,5 di brodo vegetale
  • g 60 di burro
  • parmigiano grattugiato q.b.
  • tre scalogni
  • rosmarino
  • alloro
  • sale
  • pepe
  • vino rosso q.b.
  • fiori eduli (per guarnire)

Preparare la quantità di brodo che occorre, il giorno prima, oppure utilizzare acqua e dado. Tenere il brodo al caldo al momento della preparazione del risotto; pelare gli scalogni, tagliarli a cubetti oppure farne delle fette sottili. Far soffriggere a fuoco lento e dopo qualche minuto aggiungere la salsiccia spezzettandola a piacimento, mescolare frequentemente. Quando la salsiccia avrà cambiato colore, sfumare col vino rosso. 

Quando il vino sarà consumato, portare a cottura il riso con abbondante brodo, aggiungendo subito rosmarino e alloro; aggiungere sale e pepe a circa metà cottura, cottura prevista tra i 15 e i 19 minuti, l’assaggio è sempre la migliore soluzione per capire se aggiungere brodo oppure altri ingredienti. A cottura raggiunta, togliere dal fuoco, mantecare con burro e parmigiano grattugiato, impiattare a piacimento (ho utilizzato fiori eduli).

BUON APPETITO!

Risotto al salmone, zucchine e pomodorini

Ingredienti per 4 persone:

  • g 360/380 riso Gloria tradizionale
  • L 2,5 brodo vegetale
  • g 150 pomodori datterini
  • due zucchine
  • g 180/200 salmone affumicato
  • vino bianco q.b.
  • olio extravergine di oliva q.b. (anche per mantecare)
  • sale 
  • pepe

Un risotto per pranzo Pasquale, come sempre il riso non stona in qualsiasi menù. Inoltre, se preparato con i giusti ingredienti e col cuore, sarà sempre un successo, soprattutto se gustato in famiglia. Preparare il brodo di verdure molto tempo prima oppure utilizzare un dado in acqua fredda, messa sul fuoco e pronta al suo utilizzo. A parte tagliare il salmone a listarelle, lavare le zucchine e tagliarle a cubetti, lavare i pomodorini e tagliarli in quarti. Tenere tutto ben separato e far tostare il riso in due cucchiai di olio extravergine di oliva per qualche minuto.

Sfumare col vino bianco, aggiungere il salmone e lasciar prendere colore mescolando continuamente per qualche istante. Aggiungere quindi le zucchine a cubetti e portare il tutto a cottura col brodo in abbondanza da subito, per circa 19 minuti. Ricordarsi di mescolare di tanto in tanto ed a metà cottura, aggiungere i pomodorini tagliati in quarti, sale e pepe. Ancora brodo fino a cottura ultimata facendo attenzione a non esagerare col brodo nella fase finale della cottura, dovremmo chiamarlo “zuppa” in quel caso. Togliere dal fuoco e mantecare con solo due tazzine da caffè di olio extravergine di oliva, in modo da non coprire i sapori delicati degli ingredienti utilizzati. Impiattare a piacimento e…

BUON APPETITO!

 

I consigli del Tipografo

 

In cucina il tempo è un fattore molto importante, insieme a tanti altri altrettanto essenziali. Il tempo però entra in gioco quando tutto è già stabilito, almeno nella mente strampalata del cuciniere che deve portare a termine la sua creazione. E per restare in tema di tempistiche risicate, quante volte succede a tutti quanti noi, donne e uomini, che per dovere o per diletto, dobbiamo portare a termine la creazione litigando proprio contro il tempo. Questo succede già dal principio, quando l’idea salta fuori nel nostro cervello, ma tante volte questa idea non quaglia (non va d’accordo 😂) col tempo che abbiamo a disposizione. Datosi che ormai si è in fase di creazione, per quanto mi riguarda, diventa una sfida. Perciò stilo un elenco di piatti alternativi (due o tre), che con quel tempo calzino a pennello.
E questa è la storia del risotto al gorgonzola e zafferano di ieri sera 23 Marzo 2021.

Giro a voi lettori la sua preparazione per due porzioni soddisfacenti:
in un frigo da vuotare, che ci siano g 80 di gorgonzola dolce (se manca, il taleggio è un’ottima variante). Una cipolla bianca oppure due scalogni, un litro e mezzo circa delle verdure fatte bollire la sera prima, g 180/190 di un riso da risotti (chicco lungo A, possibilmente di provenienza Italiana), 6/8 stami di ottimo zafferano non industriale (altrimenti una bustina), vino bianco q.b., due cucchiai di olio extravergine, sale, pepe.
Mettere in caldo il brodo, pelare cipolla o scalogni e tagliare a cubetti o a fette molto sottili. Farne un soffritto in poco olio, aggiungere il riso e farlo tostare. Tagliare a tocchetti il gorgonzola e stemperare lo zafferano in una tazzina da caffè di brodo caldo. Sfumare il riso col vino bianco, quindi portare il riso a cottura con il brodo, mescolando di tanto in tanto. A metà cottura versare nel riso il brodo con lo zafferano, aggiungere sale e pepe. A fine cottura, mantecare a fuoco spento, con il gorgonzola. Servire un riso né asciutto, né liquido e goderne i sapori.

BUON APPETITO!

 

Risotto al persico, ceci e olive

Ingredienti per 4 persone:

  • g 360/380 riso Carnaroli (oppure un qualsiasi Lungo A da risotto)
  • g 60 olive verdi 
  • g 150 pesce persico in filetto
  • vino bianco q.b. 
  • olio extravergine di oliva due o tre cucchiai
  • sale
  • pepe
  • g 150 ceci cotti al vapore
  • L 2,5 di brodo vegetale
  • tre spicchi di aglio 
  • prezzemolo tritato

Preparare il brodo il giorno prima oppure acqua e dado in caldo al momento della preparazione del riso, a parte far cuocere al vapore i ceci, per almeno 15/20 minuti, in modo che non siano troppo molli, tenerli pronti all’utilizzo. Quindi pelare gli spicchi di aglio e farli soffriggere a fuoco lento in poco olio extravergine di oliva, toglierli dopo qualche minuto ed aggiungere il persico dopo averlo tagliato in piccoli pezzetti, le olive ed il riso. Farlo tostare a fiamma viva per qualche minuto mescolando continuamente, il pesce prenderà colore, sfumare col vino bianco ed aggiungere il prezzemolo tritato.

Quando il vino è consumato aggiungere il brodo fino a coprire il riso e i ceci, portare a cottura il tutto aggiungendo brodo fino a cottura del riso terminata (dipende dal riso che verrà utilizzato). Aggiungere sale e pepe, mescolare bene fino a cottura ultimata, non aspettare che il riso asciughi troppo. Quindi togliere dal fuoco e non mantecare con burro, bensì con poco olio extravergine a filo. Impiattare a piacimento e…

BUON APPETITO!

Risotto alle cipolle

Ingredienti per 4 persone:

  • g 360/380 riso Carnaroli di Riseria Baucero 
  • due cipolle rosse 
  • vino rosso q.b.
  • L 2,5 di brodo oppure acqua e dado
  • sale
  • tre cucchiai di olio extravergine di oliva
  • pepe
  • g 60 margarina
  • tre rametti di rosmarino

Preparare il brodo vegetale a sufficienza per la cottura del riso e tenerlo in caldo al momento del bisogno. Pelare le cipolle, tagliarle a metà ed eliminare l’anima verde al loro interno. Affettarle finemente e lasciarle appassire lentamente in poco olio extra vergine di oliva, a fiamma lenta, aggiungere il riso carnaroli e farlo tostare a fuoco alto, mescolando frequentemente.

Sfumare col vino rosso e una volta consumato, portare il riso a cottura col brodo per circa 17/19 minuti, mescolando di tanto in tanto. Aggiungere rosmarino, sale, pepe. 

Accertarsi del giusto punto di cottura, togliere dal fuoco, se è il caso, aggiustare di sale. Mantecare con la margarina, servire a piacimento e…

BUON APPETITO!

Risotto alle verze

Ingredienti per 4 persone:

  • g 360/380 di riso Carnaroli di Barone riso
  • 4/5 belle foglie di verza
  • 3 scalogni
  • vino bianco q.b.
  • olio extravergine di oliva q.b.
  • Lt 2,5 di brodo vegetale oppure acqua e dado
  • g 60 di margarina
  •  sale
  • pepe

Preparare la quantità sufficiente di brodo, per cuocere il riso e tenere in caldo al momento della preparazione. Lavare e pelare gli scalogni, farne un soffritto tagliando in modo molto sottile, con poco olio e a fuoco lento. A parte lavare 4 o 5 foglie di verza, asciugarle e tagliarle a julienne in modo grossolano. Aggiungere le verze tagliate agli scalogni, far saltare per qualche minuto, quindi aggiungere il riso.

Far tostare il riso per qualche minuto, sfumare col vino bianco, mescolare molto bene. Portare a cottura col brodo, aggiungendolo a poco a poco, mescolare frequentemente, aggiungere sale, pepe. Togliere dal fuoco a cottura ultimata e mantecare con la margarina, impiattare a piacimento e…

BUON APPETITO!

Risotto tonno e cipolle

Ingredienti per 4 persone:

  • g 360/380 riso Carnaroli di Barone riso
  • g 120 di tonno al naturale
  • L 2,5 di brodo vegetale (oppure acqua e dado)
  • olio extravergine di oliva q.b.
  • due cipolle bianche
  • g 160 di tonno al naturale
  • vino bianco q.b.
  • sale
  • timo
  • pepe
  • g 60 di margarina

Preparare il brodo e tenerlo in caldo, a parte, pelare le cipolle e affettarle finemente. Farle appassire in poco olio extravergine di oliva, a fuoco lento. Aggiungere il tonno al naturale fatto a pezzettini, aggiungere il riso Carnaroli e lasciarlo tostare per qualche minuto, a fiamma viva e mescolando continuamente. Sfumare col vino bianco e portare il riso a cottura col brodo, mescolando frequentemente.

Aggiungere i sapori, quindi sale, pepe e timo. Aggiungere brodo fino a cottura ultimata. La tempistica di cottura, per questo riso, si aggira intorno ai 16/17 minuti. Aggiustare di sapori, togliere dal fuoco e mantecare con la margarina. Impiattare a piacimento e…

BUON APPETITO!

Risotto al salmone affumicato e pomodorini freschi

Ingredienti per 4 persone:

  • g 360/380 riso Carnaroli di Barone riso
  • L 2,5 di brodo vegetale (o acqua e un dado)
  • g 150 di salmone affumicato
  • g 100 di pomodori ciliegini
  • g 60 margarina
  • vino bianco q.b.
  • tre cucchiai di olio Extravergine di oliva rigorosamente Italiano
  • sale
  • pepe
  • g 40 di prezzemolo tritato
  • 4/5 spicchi di aglio

Preparare il brodo il giorno prima oppure usare acqua e dado, tenere in caldo per la cottura del riso Carnaroli. Pelare gli spicchi di aglio e lasciarli interi, a parte lavare il prezzemolo, asciugarlo accuratamente e tritarlo finemente. Fare un soffritto con olio e aglio e prezzemolo tritato, a fuoco lento, aggiungere il riso dopo avere rimosso gli spicchi di aglio e farlo tostare per qualche minuto. Sminuzzare il salmone oppure tagliarlo a strisce o cubetti, aggiungerlo al riso tostato e sfumare col vino bianco, abbassando la fiamma. Lavare i pomodorini e tagliarli in quarti oppure a cubetti.

Quando il vino sarà consumato, aggiungere i pomodori e portare a cottura col brodo (oppure acqua e dado), mescolando frequentemente ed aggiungendo sale e pepe.

Dopo una cottura di circa 17/18 minuti e dopo avere assaggiato il riso, ovviamente, togliere dal fuoco e mantecare con la margarina, impiattare a piacimento e…

BUON APPETITO!

 

Risotto ai peperoncini dolci

Ingredienti per 4 persone:

  • g 360/380 riso Carnaroli di Barone riso
  • g 200 peperoncini dolci
  • una cipolla bianca
  • vino bianco q.b.
  • L 2,5 di brodo vegetale o acqua e dado
  • sale
  • pepe
  • due o tre cucchiai di olio extravergine di oliva
  • dragoncello
  • g 60 di burro
  • una manciata di parmigiano grattugiato

Preparare il brodo vegetale come di consueto, quindi premunirsi di tenerlo ben caldo al momento di preparare il risotto. Pelare la cipolla e farne un soffritto in olio extravergine di oliva, a fuoco lento. Lavare i peperoncini, eliminare i semi e tagliarli a fette non troppo sottili, quindi aggiungerli alla cipolla ormai colorita al punto giusto. Fare saltare per un minuto i soli peperoncini, aggiungere il riso Carnaroli e farlo tostare per qualche istante a fuoco medio alto, mescolando spesso. 

Quindi sfumare col vino bianco, aggiungere il dragoncello e portare a cottura col brodo un pò alla volta. Aggiungere sale e pepe.

Tempo di cottura di circa 17/19 minuti che donerà un ottimo risultato gustativo, mescolare di tanto in tanto, e dopo aver assaggiato ed aggiustato i sapori, togliere dal fuoco e mantecare col burro e il parmigiano grattugiato. Impiattare a piacimento e…

BUON APPETITO!

 

Risotto pomodori ciliegini e fagiolini bianchi

ingredienti per 4 persone:

  • g 200 fagiolini bianchi
  • g 360/380 riso Carnaroli di Barone riso
  • L 2,5 brodo vegetale
  • vino bianco q.b.
  • 2 o 3 cucchiai di olio extravergine di oliva
  • sale
  • pepe
  • tre cucchiaini di zucchero
  • 20 pomodori ciliegini
  • g 60 margarina
  • 15/20 foglie di basilico
  • due scalogni

Preparare per tempo circa L 2,5 di brodo vegetale oppure mettere in caldo acqua e dado. Lavare accuratamente i fagiolini bianchi e i pomodori. Eliminare capo e coda dei fagiolini, farli quindi sbollentare per 10 minuti in acqua salata, da quando l’acqua giunge a bollore. Quindi colarli dall’acqua e affettarli in parti di circa un centimetro, metterli da parte. Lavare bene i pomodori e tagliarli in metà oppure in quarti (in base alle preferenze). Lavare il basilico e metterlo da parte.

Pelare gli scalogni, affettarli finemente e farne un soffritto in poco olio extravergine di oliva, lasciarlo appassire a fuoco lento, aggiungere il riso e farlo tostare per abbondanti 5 minuti a fiamma viva. Sfumare col vino bianco, una volta consumato, aggiungere i fagiolini, i pomodori e il basilico spezzato in piccole parti. Aggiungere il brodo in abbondanza e portare a cottura mescolando di tanto in tanto.

Seguire la cottura del riso assaggiandolo dopo circa 15 minuti, aggiungere tre cucchiaini di zucchero (per contrastare l’acidità dei pomodori), sale, pepe. A cottura ultimata, togliere dal fuoco e mantecare con la margarina, impiattare a piacimento e…

BUON APPETITO!

Risotto al pomodoro fresco e basilico…

Ingredienti per 4 persone:

  • g 360/380 riso Gloria tradizionale
  • due scalogni
  • L 2,5 brodo vegetale 
  • g 60 margarina
  • sale
  • pepe
  • vino bianco q.b.
  • olio extravergine di oliva q.b.
  • g 250 pomodori datterini o cuore di bue
  • qualche ciuffo di basilico

Preparare il brodo o mettere acqua e dado al caldo. Lavare i pomodori e tagliarli a cubetti, metterli da parte. Pelare gli scalogni, affettarli finemente e farli appassire in poco olio e a fuoco lento. Aggiungere quindi i pomodori e il basilico dopo averlo ben lavato, lasciare insaporire e aggiungere il riso. Lasciar tostare per qualche minuto a fuoco vivo e mescolando continuamente.                                                                                                                        Sfumare col vino bianco e quando il vino è consumato, portare a cottura col brodo, mescolando di tanto in tanto. Aggiungere sale e pepe.

Questo riso giungerà a cottura in circa 19 minuti, tenere a mente ed assaggiare per evitare il chicco troppo cotto o troppo crudo. La tenuta di cottura del Gloria tradizionale è comunque di ottimo livello ma come dico sempre, l’ assaggio sta alla base di ogni ottimo risultato. Controllare i sapori, togliere dal fuoco e mantecare questo risotto vegano con la sola margarina. Impiattare a piacimento e…

BUON APPETITO!

 

 

Risotto agli asparagi e speck…

Ingredienti per 4 persone:

  • g 360/380 riso Gloria tradizionale
  • g 300 asparagi
  • g 200 speck
  • due scalogni
  • un rametto di rosmarino
  • L 2,5 brodo vegetale 
  • g 60 burro
  • g 30 parmigiano grattugiato
  • sale
  • pepe
  • olio extravergine di oliva q.b.
  • vino bianco q.b.

La preparazione di questo risotto è molto semplice, come pure se usassimo ingredienti differenti. Si può preparare la sua versione “VEGETARIANA” semplicemente escludendo l’aggiunta dello speck.

 

Preparare il brodo vegetale il giorno prima o qualche ora prima di cucinare il risotto. Se si usa il dado, mantenere in caldo e a portata di mano la quantità di acqua sufficiente. Quindi Fare sbollentare gli asparagi per 10 minuti, in acqua salata, da quando questa giunge a bollore. Passato questo periodo, colarli, tagliarli a cubetti e metterli da parte.

 

 

 

 

A parte pelare e affettare finemente gli scalogni, tagliare lo speck a listarelle o a cubetti, far saltare in padella lo speck con una punta di olio, per renderlo croccante e colorato. Mettere da parte. Fare soffriggere gli scalogni in poco olio e a fuoco lento, quando sarà appassito, aggiungere il riso e farlo tostare a fiamma viva per qualche minuto. 

 

 

 

Sfumare col vino bianco, quando sarà consumato aggiungere gli asparagi e lo speck precedentemente trattati e portare a cottura col brodo (o con acqua calda e dado), mescolando frequentemente. Aggiungere il rametto di rosmarino e a circa metà cottura aggiungere sale e pepe.Togliere il rosmarino quando possibile.

 

 

La cottura del riso Gloria tradizionale avverrà in circa 19 minuti, quindi prestare molta attenzione alla cottura mescolando ed assaggiando senza paura. L’assaggio sta alla base di un buon risultato finale, alla cieca si possono commettere errori maldestri. Inoltre la giusta cottura del riso è fondamentale in ogni sua preparazione.

Togliere dal fuoco, mantecare con burro e parmigiano grattugiato, impiattare a piacimento e…

BUON APPETITO!

Risotto ai funghi porcini e zafferano 2.0

Ingredienti per 4 persone:

  • g 360/380 Riso Gloria tradizionale di “Riso in Fiore
  • due scalogni
  • g 40 funghi porcini essiccati
  • L 2,5 di brodo vegetale (o acqua e un dado)
  • 6/8 stami o una bustina di zafferano
  • g 60 di burro
  • olio EVO q.b.
  • vino bianco q.b.
  • sale 
  • pepe
  • parmigiano grattugiato a piacere

Mettere i funghi porcini a bagno in acqua fredda la sera prima di preparare il risotto oppure poche ore prima, i funghi acquisteranno volume ed aroma. Prima del loro utilizzo occorre colarli e lavarli sotto acqua corrente per eliminare i residui di terra. Col brodo in caldo, pelare gli scalogni e farne un soffritto in poco olio e a fuoco lento.

Aggiungere il riso e farlo tostare per qualche minuto, a fiamma viva, mescolando frequentemente. Sfumare il riso col vino bianco e cominciare la cottura col brodo, a fiamma media, aggiungendo i funghi.

A parte mettere a bagno lo zafferano in una tazzina da caffè di brodo caldo, mescolare bene con un cucchiaino e mettere da parte.

Versare il brodo con lo zafferano nel riso e mescolare molto bene per fare prendere colore. Aggiungere brodo fino a cottura quasi completata, circa 17/19 minuti, sale, pepe. Togliere dal fuoco e mantecare con burro e parmigiano grattugiato e…

BUON APPETITO!

 

Risotto al tartufo bianco (senza rosso d’uovo)

Ingredienti per 4 persone:

  • g 360/380 riso Riso Gloria tradizionale di Riso in Fiore
  • due scalogni
  • g 60 di burro 
  • olio EVO q.b.
  • L 2,5 di brodo vegetale (o acqua e un dado)
  • un tartufo bianco di almeno g 40
  • vino bianco q.b.
  • sale
  • pepe

Prima di utilizzare il tartufo bisogna privarlo accuratamente dalla terra, ma molto delicatamente. In caso di non completo utilizzo occorre conservarlo in frigo, avvolto con un foglio di carta da cucina che andrà sostituito ogni giorno, all’interno di un recipiente di vetro. Consumato in ogni caso, entro poco tempo. Per la pulizia del tartufo si possono utilizzare spazzole con setole non troppo forti e, la punta di un coltello ricurvo, per i punti più difficili da raggiungere. All’occorrenza, nel recipiente dove si conserverà il tartufo si possono posizionare una o due uova, acquisteranno un piacevole retrogusto in post cottura. Anche la grattuggia dovrà essere adeguata al tartufo, quelle di uso comune sono inadatte allo svolgimento di questa operazione.

Preparare il brodo e tenerlo in caldo, pelare gli scalogni, farne un trito sottile in due cucchiai di olio EVO, a fuoco lento. Lasciare insaporire per 2 o 3 minuti, aggiungere il riso alzando la fiamma e lasciarlo tostare per qualche minuto, mescolando continuamente. Sfumare quindi col vino bianco e, mescolando accuratamente, quando quest’ultimo sarà evaporato, portare a cottura col brodo in abbondanza. Sempre mescolando con cura.

Per la cottura si dovrà attendere tra i 17 e i 19 minuti per questo riso di categoria “Lungo A”, dall’ottima tenuta di cottura e dalle elevate qualità nutrizionali. Aggiungere sale e pepe, togliere dal fuoco a cottura raggiunta, mantecare con burro. Impiattare con una grattugiata di tartufo a piacimento.

BUON APPETITO!

Translate »