Linguine alla carbonara veg…

Ingredienti per 4 persone:

  • g 360/380 di linguine Rummo
  • 4 uova intere
  • prezzemolo tritato
  • due cipolle rosse
  • un bicchiere di olio Extravergine di oliva
  • mezzo bicchiere di vino bianco
  • sale
  • pepe nero

Pelare le cipolle e affettarle finemente, farle appassire a fuoco lento in poco olio, sfumarle con poco vino bianco e togliere dal fuoco quando questo sarà evaporato. Lavare ed aprire le uova in un recipiente adeguato a lavorarle. Lavarsi sempre le mani, accuratamente, prima e dopo aver toccato i gusci delle uova per ovvi motivi batteriologici da contatto. Quindi sbattere le uova con una frusta, insieme al sale, al pepe ed al prezzemolo tritato. Sbattere le uova con gli altri ingredienti fino a ché si forma una leggera schiuma in superficie e la densità del tutto non resta propriamente liquida.

Mettere da parte a riposare e preparare l’acqua per la pasta, salarla raggiunto il bollore e immergere pasta Rummo in cottura. Mescolare molto bene quasi da subito per evitare che la pasta si attacchi. Mettere da parte un bicchiere di acqua di cottura della pasta. Colarla e portarla in padella con le cipolle appassite. La cottura sarà leggermente al dente (o con cottura a piacimento, ovviamente non stracotta oppure dura come un mattone). 

 

QUESTO ULTIMO PASSAGGIO, LA MANTECATURA, DOVRA’ ESSERE PORTATO A TERMINE ABBASTANZA VELOCEMENTE, LE UOVA NON DOVRANNO INDURIRSI TROPPO. Un goccio di olio e mantecare la pasta con cipolle e uova sbattute, a fuoco lento. Aggiungere l’acqua di cottura messa da parte precedentemente, mescolare e mantecare bene il tutto. L’acqua consumerà in pochi secondi, togliere dal fuoco, impiattare a piacimento e…

BUON APPETITO!

Risotto ai peperoncini dolci…

Ingredienti per 4 persone:

  • g 360/380 riso Carnaroli di Barone riso
  • g 200 peperoncini dolci
  • una cipolla bianca
  • vino bianco q.b.
  • L 2,5 di brodo vegetale o acqua e dado
  • sale
  • pepe
  • due o tre cucchiai di olio extravergine di oliva
  • dragoncello
  • g 60 di burro
  • una manciata di parmigiano grattugiato

Preparare il brodo vegetale come di consueto, quindi premunirsi di tenerlo ben caldo al momento di preparare il risotto. Pelare la cipolla e farne un soffritto in olio extravergine di oliva, a fuoco lento. Lavare i peperoncini, eliminare i semi e tagliarli a fette non troppo sottili, quindi aggiungerli alla cipolla ormai colorita al punto giusto. Fare saltare per un minuto i soli peperoncini, aggiungere il riso Carnaroli e farlo tostare per qualche istante a fuoco medio alto, mescolando spesso. 

Quindi sfumare col vino bianco, aggiungere il dragoncello e portare a cottura col brodo un pò alla volta. Aggiungere sale e pepe.

Tempo di cottura di circa 17/19 minuti che donerà un ottimo risultato gustativo, mescolare di tanto in tanto, e dopo aver assaggiato ed aggiustato i sapori, togliere dal fuoco e mantecare col burro e il parmigiano grattugiato. Impiattare a piacimento e…

BUON APPETITO!

 

Risotto pomodori ciliegini e fagiolini bianchi…

ingredienti per 4 persone:

  • g 200 fagiolini bianchi
  • g 360/380 riso Carnaroli di Barone riso
  • L 2,5 brodo vegetale
  • vino bianco q.b.
  • 2 o 3 cucchiai di olio extravergine di oliva
  • sale
  • pepe
  • tre cucchiaini di zucchero
  • 20 pomodori ciliegini
  • g 60 margarina
  • 15/20 foglie di basilico
  • due scalogni

 

Preparare per tempo circa L 2,5 di brodo vegetale oppure mettere in caldo acqua e dado. Lavare accuratamente i fagiolini bianchi e i pomodori. Eliminare capo e coda dei fagiolini, farli quindi sbollentare per 10 minuti in acqua salata, da quando l’acqua giunge a bollore. Quindi colarli dall’acqua e affettarli in parti di circa un centimetro, metterli da parte. Lavare bene i pomodori e tagliarli in metà oppure in quarti (in base alle preferenze). Lavare il basilico e metterlo da parte.

Pelare gli scalogni, affettarli finemente e farne un soffritto in poco olio extravergine di oliva, lasciarlo appassire a fuoco lento, aggiungere il riso e farlo tostare per abbondanti 5 minuti a fiamma viva. Sfumare col vino bianco, una volta consumato, aggiungere i fagiolini, i pomodori e il basilico spezzato in piccole parti. Aggiungere il brodo in abbondanza e portare a cottura mescolando di tanto in tanto.

Seguire la cottura del riso assaggiandolo dopo circa 15 minuti, aggiungere tre cucchiaini di zucchero (per contrastare l’acidità dei pomodori), sale, pepe. A cottura ultimata, togliere dal fuoco e mantecare con la margarina, impiattare a piacimento e…

BUON APPETITO!

Risotto al pomodoro fresco e basilico…

Ingredienti per 4 persone:

  • g 360/380 riso Gloria tradizionale
  • due scalogni
  • L 2,5 brodo vegetale 
  • g 60 margarina
  • sale
  • pepe
  • vino bianco q.b.
  • olio extravergine di oliva q.b.
  • g 250 pomodori datterini o cuore di bue
  • qualche ciuffo di basilico

Preparare il brodo o mettere acqua e dado al caldo. Lavare i pomodori e tagliarli a cubetti, metterli da parte. Pelare gli scalogni, affettarli finemente e farli appassire in poco olio e a fuoco lento. Aggiungere quindi i pomodori e il basilico dopo averlo ben lavato, lasciare insaporire e aggiungere il riso. Lasciar tostare per qualche minuto a fuoco vivo e mescolando continuamente.                                                                                                                        Sfumare col vino bianco e quando il vino è consumato, portare a cottura col brodo, mescolando di tanto in tanto. Aggiungere sale e pepe.

Questo riso giungerà a cottura in circa 19 minuti, tenere a mente ed assaggiare per evitare il chicco troppo cotto o troppo crudo. La tenuta di cottura del Gloria tradizionale è comunque di ottimo livello ma come dico sempre, l’ assaggio sta alla base di ogni ottimo risultato. Controllare i sapori, togliere dal fuoco e mantecare questo risotto vegano con la sola margarina. Impiattare a piacimento e…

BUON APPETITO!

 

 

Melanzane alla moda veloce…

Ingredienti per 4 persone:

  • g 400 di melanzane
  • ml 200 passata di pomodoro “Mutti”
  • vino bianco q.b.
  • olio di oliva q.b.
  • pepe
  • sale
  • rosmarino
  • due scalogni
  • un dado vegetale
  • due bicchieri di acqua

Pelare e tagliare a cubetti gli scalogni, mettere da parte. Lavare bene le melanzane, tagliarle grossolanamente a cubi, far soffriggere gli scalogni in poco olio e a fuoco lento. Poco a poco aggiungere le melanzane al soffritto, lasciare insaporire per 5 minuti abbondanti a fiamma viva e mescolando continuamente.

Sfumare col vino bianco, abbassare il fuoco e lasciare che il vino consumi, quindi aggiungere il dado vegetale, mescolare bene, aggiungere l’ acqua, il rosmarino e portare a cottura per 15 minuti.

Dopo 10 minuti aggiungere la passata di pomodoro, sale e pepe. Lasciare quindi rapprendere un poco il tutto e servire a piacimento accompagnando alla pietanza preferita.

BUON APPETITO!

 

 

Tempeh saltato con zucchine…

Ingredienti per 4 persone:

  • 4 panetti di tempeh
  • 6 zucchine di medie dimensioni
  • 400 ml di polpa di pomodoro “Mutti”
  • soffritto misto
  • sale
  • mezzo bicchiere di acqua, se serve
  • vino bianco q.b.
  • olio Extravergine di oliva q.b.
  • pepe
  • rosmarino
  • timo

Il tempeh ha origini indonesiane. Si produce con la soia come il tofu ma è molto più saporito e ha le stesse proteine della carne. Per questo è un ingrediente prezioso per le diete vegetariene e vegane. Cugino del tofu, regala un sapore molto più deciso, piacevole ed accattivante. 

Lavare le zucchine e sbollentarle in acqua non salata, verranno condite successivamente, con tutti gli altri ingredienti. A parte Togliere i panetti di Tempeh dalle confezioni, tagliarli a cubetti e preparare tutti gli ingredienti su di un piano di lavoro. Togliere dal fuoco le zucchine dopo sei o sette minuti di bollitura, colarle bene e tagliarle grossolanamente. Preparare un soffritto misto in due o tre cucchiai di olio Extravergine di oliva, lasciar prendere vita ai sapori a fuoco lento, aggiungere le zucchine e mescolare bene, senza paura di romperle.


Sfumare col vino bianco mescolando bene il tutto, quando il vino è consumato aggiungere il Tempeh e lasciare insaporire per qualche minuto. Aggiungere quindi la polpa di pomodoro “Mutti”, amalgamare agli altri ingredienti, se necessario aggiungere mezzo bicchiere di acqua. Quindi salare, aggiungere rosmarino, timo e pepe. Impiattare a piacimento e…

BUON APPETITO!

Risotto al tartufo bianco (senza rosso d’uovo)…

Ingredienti per 4 persone:

  • g 360/380 riso Riso Gloria con lavorazione di secondo grado di Riso in Fiore
  • due scalogni
  • g 60 di burro o margarina
  • olio EVO q.b.
  • L 2,5 di brodo vegetale (o acqua e un dado)
  • un tartufo bianco di almeno g 40
  • vino bianco q.b.
  • sale
  • pepe

Prima di utilizzare il tartufo bisogna privarlo accuratamente dalla terra, ma molto delicatamente. In caso di non completo utilizzo occorre conservarlo in frigo, avvolto con un foglio di carta da cucina che andrà sostituito ogni giorno, all’interno di un recipiente di vetro. Consumato in ogni caso, entro poco tempo. Per la pulizia del tartufo si possono utilizzare spazzole con setole non troppo forti e, la punta di un coltello ricurvo, per i punti più difficili da raggiungere. All’occorrenza, nel recipiente dove si conserverà il tartufo si possono posizionare una o due uova, acquisteranno un piacevole retrogusto in post cottura. Anche la grattuggia dovrà essere adeguata al tartufo, quelle di uso comune sono inadatte allo svolgimento di questa operazione.

Preparare il brodo e tenerlo in caldo, pelare gli scalogni, farne un trito sottile in due cucchiai di olio EVO, a fuoco lento. Lasciare insaporire per 2 o 3 minuti, aggiungere il riso alzando la fiamma e lasciarlo tostare per qualche minuto, mescolando continuamente. Sfumare quindi col vino bianco e, mescolando accuratamente, quando quest’ultimo sarà evaporato, portare a cottura col brodo in abbondanza. Sempre mescolando con cura.

Per la cottura si dovrà attendere tra i 17 e i 19 minuti per questo riso di categoria “Lungo A”, dall’ottima tenuta di cottura e dalle elevate qualità nutrizionali. Aggiungere sale e pepe, togliere dal fuoco a cottura raggiunta, mantecare con burro o margarina (in caso di intolleranza al lattosio o dieta vegana). Impiattare con una grattugiata di tartufo a piacimento.

BUON APPETITO!

Carote saltate al vino…

Ingredienti per 4 persone:

  • 5 o 6 carote di medie dimensioni
  • soffritto misto
  • vino bianco q.b.
  • un dado vegetale
  • sale
  • pepe
  • 2 bicchieri di acqua
  • prezzemolo tritato
  • dragoncello
  • 3 cucchiai di olio di oliva

Lavare, pelare e tagliare le carote a rondelle (circa 3 mm di spessore). Preparare un trito di cipolla (o scalogno), sedano e carote, lasciare insaporire a fuoco lento per qualche minuto. Aggiungere le carote, alzare la fiamma, farle saltare col soffritto per qualche minuto a fiamma viva, sfumare col vino bianco. 

 

Lasciarlo evaporare, aggiungere il prezzemolo tritato e portare a cottura con l’acqua e il dado, aggiungere a metà cottura il dragoncello, sale e pepe. Servire accompagnando una pietanza a piacimento e…

BUON APPETITO!

Peperoni ammazzari e patate…

Ingredienti per 4 persone:

  • tre peperoni di indifferente colore
  • due patate di medie dimensioni
  • vino bianco q.b.
  • olio di oliva
  • un dado
  • due scalogni
  • sale
  • pepe
  • acqua q.b.

Pelare gli scalogni, affettarli finemente e farne un soffritto in olio di oliva, lasciarli appassire a fuoco lento per qualche minuto. A parte lavare, pelare e tagliare le patate a listarelle. Riporle in acqua fredda (altrimenti ossiderebbero). Lavare i peperoni, privarli dei semi e farne delle liste di poco più larghe.

Aggiungere le patate al soffritto di scalogni e lasciare insaporire per qualche minuto, aggiungere anche i peperoni e, a fiamma alta, far saltare il tutto mescolando velocemente per due o tre minuti.

Tornare a fuoco lento, aggiungere il dado spezzettando quà e là, sfumare col vino bianco, attendere che consumi quindi portare a cottura aggiungendo uno o due bicchieri di acqua (in base alla consistenza che si intende far raggiungere ai peperoni). 

Aggiungere sale e pepe quindi servire con la pietanza preferita, impiattare a piacimento e…

BUON APPETITO!

 

 

Risotto robiola e granella di nocciole…

Ingredienti per 4 persone:

  • g 360/380 riso Carnaroli “gli Aironi”
  • due scalogni
  • olio EVO q.b.
  • g 200 robiola
  • vino bianco q.b.
  • L 2,5 di brodo vegetale (o acqua e un dado)
  • g 150 nocciole pestate
  • sale
  • pepe
  • parmigiano a piacere

Preparare precedentemente il brodo vegetale con acqua e verdure adeguate o mettere in caldo acqua e dado. A parte tritare le nocciole già sgusciate, pelare gli scalogni e farne un soffritto in olio EVO (solo con gli scalogni). A fuoco basso lasciare appassire il soffritto ed unirvi il riso dopo qualche minuto insieme alle nocciole tritate. Farli ben tostare a fiamma viva. Sfumare col vino bianco quindi aggiungere la robiola, farla ben sciogliere ed amalgamare. 

Portare quindi il riso a cottura con l’aggiunta del brodo, mescolando accuratamente. Salare, pepare ed a cottura raggiunta, togliere dal fuoco. Mantecare con parmigiano grattugiato a piacere. (L’aggiunta del burro nella mantecatura in questo caso e per mia scelta di gusto personale, ho preferito evitarla data la presenza della robiola). Impiattare a piacimento e…

BUON APPETITO!

 

 

Torta alle prugne, gluten free…

Dolce di facile preparazione anche per un neofita come me, prodotti genuini (vedi le prugne Stanley di produzione propria e la farina di riso gloria semi integrale macinata a pietra. Circa 30 minuti di preparazione e 45/50 di cottura ed il gioco è fatto!

Ingredienti per una tortiera da 24 cm di diametro:

  • g 300 prugne (senza nocciolo) + g 50 da incorporare nell’impasto
  • 100 ml olio di semi di girasole
  • 100 ml latte di mandorla
  • g 300 farina di riso gloria semi integrale macinata a pietra
  • g 200 zucchero semolato
  • una bustina di lievito per dolci
  • 3 uova intere
  • zucchero di canna q.b.

Lavare bene le prugne, tagliarle a metà, eliminare il nocciolo e farne degli spicchi per g 300 più o meno uguali di spessore, la rimanenza tagliarla a cubetti.

A parte montare le uova intere con lo zucchero fino ad ottenere un preparato spumoso ed aggiungere in ordine:

  1. olio di semi
  2. latte di mandorla
  3. farina di riso (NON SETACCIATA)
  4. lievito
  5. g 50 di prugne a cubetti

Una volta amalgamati tutti gli ingredienti ed ottenuto un preparato di una certa corposità, versare il composto in una tortiera da 24 cm rivestita con carta da forno (oppure oliata e ben infarinata).

Disporre in superficie gli spicchi di prugna in modo regolare, cospargere con zucchero di canna ed infornare a 180 gradi per 45/50 minuti in forno statico preriscaldato. Tolta dal forno, lasciare intiepidire, sformare e servire a piacere.

BUON APPETITO!

 

 

 

Torta salata alle coste…

Ingredienti per teglia da 20 cm di diametro:

  • due uova intere
  • acqua q.b.
  • 2 spicchi di aglio
  • olio da frittura due cucchiai
  • coste 500 g circa di coste
  • vino bianco q.b.
  • sale
  • pepe
  • una confezione di pasta brisée tonda
  • una manciata di formaggio grattugiato di origine vegetale

Torta salata di facile preparazione, per menu vegetariano e diversificabile in mille modi differenti.

Pulire le foglie della costa singolarmente e farle sbollentare per 5 minuti circa, colarle, asciugarle bene in un panno pulito, tagliarle grossolanamente a rettangoli irregolari e farle saltare in un soffritto di olio ed aglio. sfumare col vino bianco e lasciare su fuoco lento fino a ché il liquido sarà evaporato.

Portare il tutto in frullatore, far lavorare le lame fino ad ottenere un composto omogeneo ed abbastanza denso. A poco a poco incorporare gli altri ingredienti senza esagerare col pepe e preriscaldare il forno a 180° con funzione ventilazione. Pulire una teglia da 20 cm di diametro, rivestirla con un foglio di carta da forno, srotolare la pasta, tirarla, riporla nella teglia e forarla con una forchetta. Versare quindi al suo interno il composto precedentemente preparato, abbassare i bordi ed infornare per circa 40 minuti a 180°.

A cottura ultimata, affettare e servire a piacere…

BUON APPETITO!

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Torta vegana all’acqua…

Una torta dalla semplicità stratosferica sia per gli ingredienti che richiede, sia per il procedimento di preparazione. Inoltre questa è una ricetta estremamente personalizzabile, dalle farine che si possono utilizzare, agli aromi eventuali, all’aggiunta di creme varie. Per chiudere in bellezza, può essere personalizzata a piacere anche esternamente con guarnizioni varie.

Ingredienti per una teglia di diametro 24 cm:

  • 250 g di farina 00
  • 200 g di zucchero semolato
  • 280 ml di acqua naturale
  • 70 ml di olio di semi
  • 1 bustina di lievito vanigliato per dolci
  • 1 bustina di vanillina
  • scorza di 1 arancia grattugiata (non indispensabile)

Sbattere l’acqua con lo zucchero. Una volta che quest’ultimo si sarà sciolto completamente aggiungere l’olio e la farina setacciata poco alla volta così da dare il tempo al composto di incorporare per bene tutti gli ingredienti. Aggiungere a questo punto anche la scorza d’arancia grattugiata (non essenziale). Continuare a lavorare fino a quando si otterrà un composto ben denso ma liscio allo stesso tempo. Aggiungere quindi la vanillina ed il lievito vanigliato, setacciando anche questi sempre per non formare grumi che si percepiranno in bocca.
Una volta che anche questi ultimi ingredienti si saranno incorporati al composto porlo all’interno di una teglia di circa 24 cm di diametro, precedentemente oliata e infarinata. Passare quindi in forno preriscaldato a 180°c per circa 40 minuti.

Sarà pronta quando inizierà a dorare in superficie. Lasciare riposare per 10 minuti dopo averla sfornata e guarnirla a piangere. Fare sempre la prova stuzzicadenti prima di sfornare il vostro dolce. Inserite uno stuzzicadenti al centro dolce: se uscirà asciutto sarà segno che è pronto; se contiene ancora delle tracce d’impasto prolungate la cottura di qualche altro minuto.
Con farina integrale la cottura sarà di minuti 50 circa. Quindi mani in pasta e…

BUON APPETITO!

Risotto al tonno, nero di seppia e mix di germogli…

Ingredienti per 4 persone:

  • g 360/380 Riso Gloria parzialmente lavorato di risoinfiore
  • olio EVO q.b.
  • 3 scalogni
  • prezzemolo tritato
  • g 8 nero di seppia
  • g 30 mix di germogli (alfa-alfa, bietola rossa e ravanello rosso) nel risotto più un tot per decorazione
  • vino bianco q.b.
  • g 120 tonno all’olio di oliva
  • g 60 margarina
  • sale
  • pepe
  • L 2,5 di brodo vegetale o un dado

Pelare gli scalogni, farne un trito e far soffriggere in poco olio EVO. A parte lavare gentilmente i germogli (se non pronti all’uso) e sgocciolare il tonno dall’olio di oliva della confezione, lavare e tritare il prezzemolo. Aggiungere il riso al soffritto, farlo tostare per qualche minuto a fiamma viva mescolando frequentemente, sfumare quindi col vino bianco. Quando il vino sarà evaporato aggiungere il tonno sgocciolato, lasciare insaporire per qualche minuto, portarlo a cottura col brodo, aggiungere il prezzemolo tritato e dopo pochi minuti i germogli (tenendone da parte una certa quantità per guarnire i piatti). mescolare sempre con cura.

Aprire le bustine del nero di seppia e versarne accuratamente il contenuto in una tazzina di caffè, coprire con un goccio di brodo caldo e mescolare bene. Versare il tutto quindi nel riso con l’ultima mestolata di brodo per terminare la cottura ricordandosi di aggiungere sale e pepe prima della mantecatura.

Togliere dal fuoco, mantecare il risotto con la margarina, impiattare a piacimento utilizzando parte dei germogli precedentemente tenuti da parte e…

BUON APPETITO!

 

 

Risotto ai funghi porcini e zafferano…

Ingredienti per 4 persone:

  • g 360/380 riso Gloria parzialmente lavorato di riso in fiore
  • g 40 di zafferano in stami
  • g 150 di funghi porcini
  • 2 scalogni
  • olio EVO q.b.
  • vino bianco q.b.
  • g 60 di margarina
  • sale
  • pepe
  • L 2,5 di brodo vegetale (o acqua e dado)

Se si utilizzano funghi secchi metterli a bagno in acqua almeno sei ore prima della preparazione del piatto. Ad ogni modo lavare i funghi molto accuratamente in quanto potrebbero presentare una percentuale di terra o sabbia, anche bassa ma decisamente fastidiosa in bocca. Asciugarli il meglio possibile. Mettere in caldo circa due o tre litri di brodo vegetale.

Pelare gli scalogni, farne un trito e un soffritto in poco olio EVO, a fiamma bassa, aggiungere il riso e farlo tostare per qualche minuto. Unirvi i funghi, sfumare col vino bianco e portare a cottura col brodo.

Seguire la cottura mescolando di tanto in tanto, a parte mettere in una tazza da caffè lo zafferano in stami a bagno nel brodo e mescolare con un cucchiaino, verrà rilasciato il suo tipico colore giallo insieme ad un gusto unico che si assaporerà una volta nel piatto. Versare il contenuto della tazza nel riso, aggiungere altro brodo e mescolare per amalgamare il colore. 

Aggiungere sale, pepe, a cottura ultimata togliere dal fuoco e mantecare con la margarina. Impiattare a piacimento e…

BUON APPETITO!