I consigli del Tipografo

 

In cucina il tempo è un fattore molto importante, insieme a tanti altri altrettanto essenziali. Il tempo però entra in gioco quando tutto è già stabilito, almeno nella mente strampalata del cuciniere che deve portare a termine la sua creazione. E per restare in tema di tempistiche risicate, quante volte succede a tutti quanti noi, donne e uomini, che per dovere o per diletto, dobbiamo portare a termine la creazione litigando proprio contro il tempo. Questo succede già dal principio, quando l’idea salta fuori nel nostro cervello, ma tante volte questa idea non quaglia (non va d’accordo 😂) col tempo che abbiamo a disposizione. Datosi che ormai si è in fase di creazione, per quanto mi riguarda, diventa una sfida. Perciò stilo un elenco di piatti alternativi (due o tre), che con quel tempo calzino a pennello.
E questa è la storia del risotto al gorgonzola e zafferano di ieri sera 23 Marzo 2021.

Giro a voi lettori la sua preparazione per due porzioni soddisfacenti:
in un frigo da vuotare, che ci siano g 80 di gorgonzola dolce (se manca, il taleggio è un’ottima variante). Una cipolla bianca oppure due scalogni, un litro e mezzo circa delle verdure fatte bollire la sera prima, g 180/190 di un riso da risotti (chicco lungo A, possibilmente di provenienza Italiana), g 25 di ottimo zafferano non industriale (se possibile), vino bianco q.b., due cucchiai di olio extravergine, sale, pepe.
Mettere in caldo il brodo, pelare cipolla o scalogni e tagliare a cubetti o a fette molto sottili. Farne un soffritto in poco olio, aggiungere il riso e farlo tostare. Tagliare a tocchetti il gorgonzola e stemperare lo zafferano in una tazzina da caffè di brodo caldo. Sfumare il riso col vino bianco, quindi portare il riso a cottura con il brodo, mescolando di tanto in tanto. A metà cottura versare nel riso il brodo con lo zafferano, aggiungere sale e pepe. A fine cottura, mantecare a fuoco spento, con il gorgonzola. Servire un riso né asciutto, né liquido e goderne i sapori.

BUON APPETITO!

 

Spaghetti quadri al pomodoro e speck affumicato

Un piatto di pasta non ha mai fatto del male a nessuno, se gustoso, fa bene, fa piacere al corpo e alla mente. Quanti pensieri buoni ci passano per la testa mangiando un ottimo piatto di pasta? Tanti, un numero indefinito (più sensazioni che pensieri). I piaceri della pasta, sembra il titolo di un bel libro, sono infiniti, quanto sono infiniti gli ingredienti che si possono abbinare ad essa.

Quando non c’è tempo per cucinare, si può optare per una normale ma velocissima e super ricca insalatona, un piatto pronto (solo da scaldare), due uova? Affettati o formaggio? Ci sono cento e mille soluzioni e dato che io non ingrasso e non ho più il forno a microonde, ogni tanto, lodi al carboidrato, in salsa veloce, semplice e svuota frigo. In questo caso ho usato un pó di di soffritto misto in un cucchiaio di olio, 60 gr di speck affumicato, mezzo bicchiere di vino rosso, sale, pepe bianco, un bicchiere di passata di pomodoro, un piccolo mazzetto di rosmarino e cottura a fuoco lento per 15/20 minuti. La pasta! Scelta rigorosa, 100 gr di spaghetto quadro, per le proprietà attrattive verso la salsa. Buttato in acqua bollente e seguito in cottura per qualche minuto. Colato direttamente nella salsa, su fiamma lieve e mantecato con l’aggiunta di due o tre cucchiai della sua acqua di cottura. Servito in abbondante razione, lo spaghetto regala lauta soddisfazione visiva e gustativa.

BUON APPETITO!

Cavolfiori gratinati al forno

Ingredienti per 4 persone:

  • due cavolfiori bianchi (un kg di prodotto edibile)
  • 400 ml di panna vegetale
  • sale
  • pepe
  • pan grattato q.b.
  • olio extra vergine di oliva q.b.

Eliminare la parte non edibile dei cavolfiori, tagliarli a ciuffi di dimensioni più o meno simili e lavarli. Portarli quindi in pentola per una precottura a vapore e farli cuocere per circa 10 minuti da quando l’acqua inizia a bollire. In alternativa, farli bollire direttamente in acqua e sale.

Trascorso questo tempo, togliere dal fuoco e portare i ciuffi di cavolfiore in una teglia da forno, preferibilmente di vetro, opportunamente oliata. Un pizzico di sale, cospargere quindi la panna vegetale, cercando di farlo in modo uniforme per evitare che in forno bruci qualcosa. Un sottilissimo giro di olio più un pizzico di pepe e ancora di sale. Accendere il forno statico a 200°, cospargere il pan grattato uniformemente sui cavolfiori, senza esagerare, un giro di olio a filo ed infornare per circa 40 minuti da quando il forno arriva a temperatura.

Quando il pane avrà preso un delizioso colore dorato e la panna avrà formato una delicata crosta in superfice, togliere dal forno, impiattare a piacimento e…

BUON APPETITO!

 

 

 

Spaghetti quadri, speck e zucchine

Ingredienti per 4 persone:

  • g 340/360 spaghetti quadri (comunque pasta lunga)
  • g 200 di speck affumicato
  • due zucchine
  • soffritto misto
  • olio extravergine di oliva q.b.
  • sale pepe bianco
  • vino bianco q.b.
  • un bicchiere di acqua naturale

Ricetta molto veloce da preparare se si dispone dello speck nel frigorifero, le zucchine ci sono quasi sempre! Mettere sul fuoco l’acqua per la cottura degli spaghetti e salarla a bollore raggiunto. Tagliare lo speck a listarelle sottili oppure a piccoli cubetti, lavare le zucchine e tagliarle a piacimento (importante che il taglio sia piccolo e fine, la forma non è importante). Preparare un soffritto misto in due cucchiai di olio di oliva, quando prende colore aggiungere lo speck e lasciare che prenda colore, mescolando spesso e facendo attenzione a non lasciarlo bruciare. Unire anche le zucchine precedentemente lavate e tagliate, far saltare per qualche minuto, sfumare quindi col vino bianco. Buttare la pasta nell’acqua di cottura.

Quando il vino sarà consumato, aggiungere un bicchiere di acqua naturale e portare a cottura il condimento della pasta a fuoco lento e ricordandosi di mescolare di tanto in tanto. Aggiungere poco sale (la presenza dello speck affumicato renderà il sale quasi superfluo), il pepe bianco e non rimarrà che attendere la cottura della pasta. Portare la pasta in mantecatura con speck e zucchine, senza buttare via la sua acqua di cottura. Far saltare la pasta aggiungendo due o tre cucchiai di acqua di cottura e poco olio extravergine di oliva. Impiattare a piacimento e…

BUON APPETITO!

 

 

 

 

 

 

 

 

Coniglio alla birra con verdure

Ingredienti per 3 persone:

  • un coniglio ben pulito 
  • cl 33 birra bionda
  • tre cucchiai di olio da frittura
  • due bicchieri di acqua
  • verdure di accompagnamento a piacimento
  • farina di mais q.b.
  • sale
  • tre rametti di rosmarino
  • un dado

Innanzitutto scegliere le verdure da utilizzare come accompagnamento per questo piatto, preferibilmente verdure a pasta dura (carote, zucchine, patate, ecc.). Quindi lavarle accuratamente, pelare le verdure che lo richiedono e tagliarle a cubetti o giù di lì. Mettere da parte. A questo punto, passare il coniglio nella farina di mais e lasciar colorire in entrambi in padella, con poco olio ed in entrambi i lati. Sfumare con la birra, aggiungere il rosmarino.

Quando la birra è un poco consumata, unire al coniglio anche tutte le verdure precedentemente pulite e tagliate, più due bicchieri di acqua, coprire con un coperchio e lasciar cuocere a fuoco lento per almeno 20 minuti, girando i tranci di coniglio e mescolando la verdura di tanto in tanto. 

Aggiungere il sale e togliere il rosmarino, mescolare bene un’ultima volta. Il liquido si sarà nel frattempo asciugato, togliere dal fuoco, impiattare a piacimento e…

BUON APPETITO!

 

 

Risotto alle cipolle

Ingredienti per 4 persone:

  • g 360/380 riso Carnaroli di Riseria Baucero 
  • due cipolle rosse 
  • vino rosso q.b.
  • L 2,5 di brodo oppure acqua e dado
  • sale
  • tre cucchiai di olio extravergine di oliva
  • pepe
  • g 60 margarina
  • tre rametti di rosmarino

Preparare il brodo vegetale a sufficienza per la cottura del riso e tenerlo in caldo al momento del bisogno. Pelare le cipolle, tagliarle a metà ed eliminare l’anima verde al loro interno. Affettarle finemente e lasciarle appassire lentamente in poco olio extra vergine di oliva, a fiamma lenta, aggiungere il riso carnaroli e farlo tostare a fuoco alto, mescolando frequentemente.

Sfumare col vino rosso e una volta consumato, portare il riso a cottura col brodo per circa 17/19 minuti, mescolando di tanto in tanto. Aggiungere rosmarino, sale, pepe. 

Accertarsi del giusto punto di cottura, togliere dal fuoco, se è il caso, aggiustare di sale. Mantecare con la margarina, servire a piacimento e…

BUON APPETITO!

Frittata mal girata, tonno, cipolle e olive

 Ingredienti per 2 persone:

  • 5 uova
  • una cipolla rossa 
  • g 80 di tonno al naturale
  • una tazzina da caffè di latte di riso
  • una tazzina da caffè di acqua naturale
  • vino bianco q.b.
  • g 60 di olive denocciolate
  • sale
  • pepe
  • due cucchiai di olio da frittura

Quando si dice che la frittata è molto semplice da preparare, è molto vero, quanto è vero che è facilissimo romperla quando la si gira (se cotta in padella). Ecco, girare le frittate non è mai stato il mio forte ed anche in questo caso ho perso la partita. 

Ad ogni modo, il sapore è quello che conta e la facilità di preparazione di questa frittata la rende davvero alla portata di tutti. Sbattere le uova con sale e pepe, per qualche minuto, aggiungere il latte di riso e l’acqua, riprendere la lavorazione con la frusta fino a quando si otterrà l’effetto come da foto. Lasciar riposare per qualche minuto.

A parte, pelare ed affettare finemente la cipolla e farla appassire in due cucchiai di olio da frittura, aggiungere il tonno (dopo aver colato la sua acqua), e le olive tagliate a piccoli pezzetti irregolari. Sfumare col vino bianco e lasciarlo consumare.

Quindi, senza togliere dal fuoco, aggiungere le uova precedentemente sbattute, mescolare velocemente e lasciar cuocere a fuoco lento. Girare la frittata dopo 5 o 6 minuti e lasciar cuocere per altrettanti minuti.

Servire con contorno a piacere, con salse a piacere. Impiattare a piacimento e…

BUON APPETITO!

 

 

Risotto tonno e cipolle

Ingredienti per 4 persone:

  • g 360/380 riso Carnaroli di Barone riso
  • g 120 di tonno al naturale
  • L 2,5 di brodo vegetale (oppure acqua e dado)
  • olio extravergine di oliva q.b.
  • due cipolle bianche
  • g 160 di tonno al naturale
  • vino bianco q.b.
  • sale
  • timo
  • pepe
  • g 60 di margarina

Preparare il brodo e tenerlo in caldo, a parte, pelare le cipolle e affettarle finemente. Farle appassire in poco olio extravergine di oliva, a fuoco lento. Aggiungere il tonno al naturale fatto a pezzettini, aggiungere il riso Carnaroli e lasciarlo tostare per qualche minuto, a fiamma viva e mescolando continuamente. Sfumare col vino bianco e portare il riso a cottura col brodo, mescolando frequentemente.

Aggiungere i sapori, quindi sale, pepe e timo. Aggiungere brodo fino a cottura ultimata. La tempistica di cottura, per questo riso, si aggira intorno ai 16/17 minuti. Aggiustare di sapori, togliere dal fuoco e mantecare con la margarina. Impiattare a piacimento e…

BUON APPETITO!

Linguine alla carbonara vegetariana

Ingredienti per 4 persone:

  • g 360/380 di linguine Rummo
  • 4 uova intere
  • prezzemolo tritato
  • due cipolle rosse
  • un bicchiere di olio Extravergine di oliva
  • mezzo bicchiere di vino bianco
  • sale
  • pepe nero

Pelare le cipolle e affettarle finemente, farle appassire a fuoco lento in poco olio, sfumarle con poco vino bianco e togliere dal fuoco quando questo sarà evaporato. Lavare ed aprire le uova in un recipiente adeguato a lavorarle. Lavarsi sempre le mani, accuratamente, prima e dopo aver toccato i gusci delle uova per ovvi motivi batteriologici da contatto. Quindi sbattere le uova con una frusta, insieme al sale, al pepe ed al prezzemolo tritato. Sbattere le uova con gli altri ingredienti fino a ché si forma una leggera schiuma in superficie e la densità del tutto non resta propriamente liquida.

Mettere da parte a riposare e preparare l’acqua per la pasta, salarla raggiunto il bollore e immergere pasta Rummo in cottura. Mescolare molto bene quasi da subito per evitare che la pasta si attacchi. Mettere da parte un bicchiere di acqua di cottura della pasta. Colarla e portarla in padella con le cipolle appassite. La cottura sarà leggermente al dente (o con cottura a piacimento, ovviamente non stracotta oppure dura come un mattone). 

 

QUESTO ULTIMO PASSAGGIO, LA MANTECATURA, DOVRA’ ESSERE PORTATO A TERMINE ABBASTANZA VELOCEMENTE, LE UOVA NON DOVRANNO INDURIRSI TROPPO. Un goccio di olio e mantecare la pasta con cipolle e uova sbattute, a fuoco lento. Aggiungere l’acqua di cottura messa da parte precedentemente, mescolare e mantecare bene il tutto. L’acqua consumerà in pochi secondi, togliere dal fuoco, impiattare a piacimento e…

BUON APPETITO!

Pasta cipolle, pancetta e pomodoro

Amatriciana? Assolutamente no, non voglio incappare in quel vortice del “PANCETTA o GUANCIALE”! Eccetera, eccetera, eccetera. Questo è un buon sugo e basta, fatto di un piacevole accostamento di ingredienti e della semplicità nella sua preparazione.

Ingredienti per 4 persone:

  • g 320 pasta corta (penne, fusilli, ecc.)
  • g 400 polpa di pomodoro
  • un cucchiaio di zucchero
  • g 200 pancetta dolce a cubetti
  • vino rosso q.b.
  • 10 foglie di basilico (grandi)
  • una cipolla rossa
  • origano
  • sale
  • pepe nero
  • olio extra vergine di oliva q.b.

Lavare e pelare la cipolla, affettarla molto finemente e lasciarla appassire in poco olio, a fuoco lento. A parte, lavare ed asciugare le foglie di basilico. Aggiungere la pancetta dolce a cubetti e il basilico tagliato grossolanamente, lasciar prendere colore ed insaporire il tutto alzando lievemente il fuoco e mescolando di tanto in tanto. La pancetta dovrà risultare ben colorata e leggermente croccante. Sfumare col vino rosso e lasciarlo evaporare.

Aggiungere la polpa di pomodoro e un cucchiaio di zucchero per abbatterne la acidità, un pizzico di origano, sale, pepe e lasciar cuocere a fuoco lento per almeno venti minuti (se si vuole ottenere una salsa più rappresa, portare la cottura anche a 40 minuti). Mettere quindi l’acqua per la pasta sul fuoco e salarla quando giunge a bollore. Buttare la pasta, colarla e farla saltare in padella con la salsa.

Impiattare a piacimento e…

BUON APPETITO!

Risotto al pomodoro fresco e basilico…

Ingredienti per 4 persone:

  • g 360/380 riso Gloria tradizionale
  • due scalogni
  • L 2,5 brodo vegetale 
  • g 60 margarina
  • sale
  • pepe
  • vino bianco q.b.
  • olio extravergine di oliva q.b.
  • g 250 pomodori datterini o cuore di bue
  • qualche ciuffo di basilico

Preparare il brodo o mettere acqua e dado al caldo. Lavare i pomodori e tagliarli a cubetti, metterli da parte. Pelare gli scalogni, affettarli finemente e farli appassire in poco olio e a fuoco lento. Aggiungere quindi i pomodori e il basilico dopo averlo ben lavato, lasciare insaporire e aggiungere il riso. Lasciar tostare per qualche minuto a fuoco vivo e mescolando continuamente.                                                                                                                        Sfumare col vino bianco e quando il vino è consumato, portare a cottura col brodo, mescolando di tanto in tanto. Aggiungere sale e pepe.

Questo riso giungerà a cottura in circa 19 minuti, tenere a mente ed assaggiare per evitare il chicco troppo cotto o troppo crudo. La tenuta di cottura del Gloria tradizionale è comunque di ottimo livello ma come dico sempre, l’ assaggio sta alla base di ogni ottimo risultato. Controllare i sapori, togliere dal fuoco e mantecare questo risotto vegano con la sola margarina. Impiattare a piacimento e…

BUON APPETITO!

 

 

Melanzane alla moda veloce

Ingredienti per 4 persone:

  • g 400 di melanzane
  • ml 200 passata di pomodoro “Mutti”
  • vino bianco q.b.
  • olio di oliva q.b.
  • pepe
  • sale
  • rosmarino
  • due scalogni
  • un dado vegetale
  • due bicchieri di acqua

Pelare e tagliare a cubetti gli scalogni, mettere da parte. Lavare bene le melanzane, tagliarle grossolanamente a cubi, far soffriggere gli scalogni in poco olio e a fuoco lento. Poco a poco aggiungere le melanzane al soffritto, lasciare insaporire per 5 minuti abbondanti a fiamma viva e mescolando continuamente.

Sfumare col vino bianco, abbassare il fuoco e lasciare che il vino consumi, quindi aggiungere il dado vegetale, mescolare bene, aggiungere l’ acqua, il rosmarino e portare a cottura per 15 minuti.

Dopo 10 minuti aggiungere la passata di pomodoro, sale e pepe. Lasciare quindi rapprendere un poco il tutto e servire a piacimento accompagnando alla pietanza preferita.

BUON APPETITO!

 

 

Petto di pollo al vino bianco, contorno a piacere

Ingredienti per 4 persone:

  • 4 filetti di petto di pollo (medie dimensioni)
  • un cavolo verza (contorno da me scelto)
  • 4 cucchiai di olio di oliva
  • soffritto misto
  • farina a vostro piacimento per panatura
  • un dado vegetale
  • sale
  • pepe
  • vino bianco q.b.
  • timo

Lavare e affettare piuttosto finemente il cavolo verza, preparare un soffritto misto in padella con poco olio di oliva, lasciare insaporire a fuoco lento, quindi aggiungere il cavolo verza precedentemente affettato. Mescolare molto bene per amalgamare i sapori, lasciar scottare per qualche minuto. Sfumare col vino bianco. Lasciare evaporare il vino, aggiungere un dado vegetale insieme ad un bicchiere di acqua. mescolare di tanto in tanto e portare a fine cottura, aggiungere sale e pepe.

A parte, battere i petti di pollo, se troppo spessi. Passarli nella farina e farli colorire in poco olio di oliva, a fuoco lento. Girarli, sfumare col vino bianco e aggiungere sale e pepe. E’ una preparazione molto semplice e veloce, una buona alternativa è la sfumatura con la birra. 

Aggiungere quindi sale e pepe, riscaldare il contorno (che ovviamente si potrà preparare in contemporanea alla carne), impiattare a piacimento e…

BUON APPETITO!

Carote saltate al vino

Ingredienti per 4 persone:

  • 5 o 6 carote di medie dimensioni
  • soffritto misto
  • vino bianco q.b.
  • un dado vegetale
  • sale
  • pepe
  • 2 bicchieri di acqua
  • prezzemolo tritato
  • dragoncello
  • 3 cucchiai di olio di oliva

Lavare, pelare e tagliare le carote a rondelle (circa 3 mm di spessore). Preparare un trito di cipolla (o scalogno), sedano e carote, lasciare insaporire a fuoco lento per qualche minuto. Aggiungere le carote, alzare la fiamma, farle saltare col soffritto per qualche minuto a fiamma viva, sfumare col vino bianco. 

 

Lasciarlo evaporare, aggiungere il prezzemolo tritato e portare a cottura con l’acqua e il dado, aggiungere a metà cottura il dragoncello, sale e pepe. Servire accompagnando una pietanza a piacimento e…

BUON APPETITO!

Peperoni ammazzati e patate

Ingredienti per 4 persone:

  • tre peperoni di indifferente colore
  • due patate di medie dimensioni
  • vino bianco q.b.
  • olio di oliva
  • un dado
  • due scalogni
  • sale
  • pepe
  • acqua q.b.

Pelare gli scalogni, affettarli finemente e farne un soffritto in olio di oliva, lasciarli appassire a fuoco lento per qualche minuto. A parte lavare, pelare e tagliare le patate a listarelle. Riporle in acqua fredda (altrimenti ossiderebbero). Lavare i peperoni, privarli dei semi e farne delle liste di poco più larghe.

Aggiungere le patate al soffritto di scalogni e lasciare insaporire per qualche minuto, aggiungere anche i peperoni e, a fiamma alta, far saltare il tutto mescolando velocemente per due o tre minuti.

Tornare a fuoco lento, aggiungere il dado spezzettando quà e là, sfumare col vino bianco, attendere che consumi quindi portare a cottura aggiungendo uno o due bicchieri di acqua (in base alla consistenza che si intende far raggiungere ai peperoni). 

Aggiungere sale e pepe quindi servire con la pietanza preferita, impiattare a piacimento e…

BUON APPETITO!

 

 

Translate »